MENUMENU
domenica 16 giugno
IDEE


La battaglia della bandiera

La battaglia della bandiera

Assomiglia molto al caso di un esercito che si prepari ad affrontare eroicamente una battaglia sapendo che il proprio governo ha già deciso di perdere la guerra la vicenda del Palermo Calcio la cui squadra domani disputa una partita determinante per la promozione diretta in Serie A nella seria prospettiva che però la società venga retrocessa [->]

La doppia guerra di Impastato

La doppia guerra di Impastato

Ricorre oggi 9 maggio l’anniversario, il 41°, del delitto di Peppino Impastato. L’attivista di Democrazia proletaria di Cinisi, allora regno di Tano Badalamenti, era un militante politico dell’estrema sinistra extraparlamentare piuttosto che un combattente antimafia, ma riuscì a mirare [->]

Il bene comune per Granata

Il bene comune per Granata

In un intervento su La Sicilia di Siracusa, il sindaco-ombra Fabio Granata pretende di spiegare perché mostre (da lui chiamate “grandi”) come “Ciclopica” e quella di un paio appena di tele allestita insieme col Caravaggio-copia non siano frutto di concessioni ai privati fuori da ogni [->]

Quanto dura il dopo-Tusa?

Quanto dura il dopo-Tusa?

Due mesi dopo la morte di Sebastiano Tusa, l’assessorato regionale ai Beni culturali è senza titolare. Nello Musumeci tiene l’interim per rispetto all’archeologo scomparso, ma in realtà perché aspetta di decidere chi nominare. Se gli interessi politici vengono prima di quelli generali, [->]

Un santuario senza santi

Un santuario senza santi

La devozione per la Madonna delle lacrime di Siracusa è da anni messa alla prova da circostanze dovute perlopiù a responsabilità oggettive. Il fallimento dell’Ente santuario basterebbe da solo a dimostrare quanto deficitaria sia stata la gestione di un prodigio divino che, fondato su [->]

Si salvi chi trova la strada libera

Si salvi chi trova la strada libera

Fra non molto non ci saranno più ospedali e soprattutto pronto-soccorso nel centro urbano di Catania, ad eccezione del vecchio Garibaldi finché dura. Con l’apertura del San Marco a Librino e il trasferimento in esso dei reparti del Vittorio Emanuele, del Policlinico, del Santo Bambino e del [->]

L’ingiuria me la metto io

L’ingiuria me la metto io

Dino Giarrusso, un nome dovuto al ruolo di avvoltoio nella trasmissione “Le Iene” e candidato alle Europee, volendo sfruttare la popolarità avuta in televisione, si è dato un nomignolo che ha voluto sui volantini per stabilire che egli è “detto iena”. Ovviamente le vere Iene ne hanno [->]

Pagina 6 di 27 1 5 6 7 27

GLI ULTIMI ARTICOLI